KARMA SAMTEN CHÖ LING
 
Centro Buddhista Vajrayana
P
erugia

Associazione non profit

 
 

F A Q


 

COSA E' LA MEDITAZIONE?

Processo per il conseguimento duraturo dello stato positivo della mente, ottenibile sia grazie all'investigazione analitica che alla concentrazione stabile e focalizzata.

SI PUÒ PARTECIPARE AD UNA SESSIONE DI MEDITAZIONE BUDDHISTA SENZA ESSERE A CONOSCENZA DEI PRINCIPI FONDAMENTALI DEL BUDDHISMO TIBETANO?

Certamente, meditare non richiede la conoscenza di filosofie o di preghiere particolari. La meditazione, secondo la tradizione Buddista-Tibetana, è sostanzialmente il conseguimento di un particolare stato psico-fisico, favorito da poche e sostanziali regole di postura e concentrazione.

HO SENTITO DIRE CHE PER ESSERE BUDDISTI BISOGNA PRENDERE RIFUGIO: COSA VUOL DIRE?

Prendere rifugio vuol dire essenzialmente rifugiarsi nella propria saggezza innata. Formalmente vuol dire affidarsi alla propria Natura di Buddha (che è illuminata ed insita in ciascun essere vivente), affidarsi agli insegnamenti del Buddha Storico (Sakiamuni) e al supporto dei praticanti ordinari e realizzati con i quali viene condiviso il cammino verso l'illuminazione.

COSA SI INTENDE PER "ILLUMINAZIONE"?

Lo stato di illuminazione è il conseguimento finale di ogni praticante buddhista. In tale stato si è completamente liberati dai tre veleni fondamentali dell'esistenza, che sono l'Attaccamento (verso le cose piacevoli), l'Avversione (verso le cose spiacevoli) e l'Ignoranza (stato di offuscamento in cui non si è coscienti della propria Natura-Buddha, quindi impossibilitati a percepisce la realtà delle cose per quello che è realmente).

COSA E' LA PRATICA DI CENRESI?

Nella pratica del Vajrayana meditare su una Divinità, sia essa un Buddha o un Bodhisattva, comporta farne proprie le qualità illuminate che essa rappresenta. Così meditare su Cenresig, il Bodhisattva della compassione universale, serve a sviluppare gentilezza e amore equanime.